Il territorio per Dubrovnik chiudi

Dalmazia meridionale

Dubrovnik

Questa scheda è collegata a: Città Borghi e Paesi

L’antica e bellissima Ragusa è la città della libertà. In tutta la sua storia, ha resistito alla supremazia delle grandi potenze che, nel frattempo, sottomettevano ogni centro. La sua storia è quella di Ragusa città-stato indipendente, prima nel mondo occidentale ad abolire la schiavitù, fiera dei suoi simboli e della propria identità culturale ma aperta a viaggiatori, commercianti, uomini di cultura.

In un certo senso, una Venezia in miniatura. Il suo centro, racchiuso entro le mura, è un gioiello di architettura barocca ed edifici tipici della costa croata, perfettamente restaurato dopo il conflitto del 1991-92: deve la propria bellezza all’opera di architetti del rinascimento italiano, ma soprattutto barocchi, impegnati a ricostruire la città dopo un terribile terremoto nel 1667.

DA VEDERE
Cardine di Ragusa – Dubrovnik è la Placa, passeggiata oggi colma di turisti e negozi di souvenir e prodotti tipici ospitati negli edifici uniformi costruiti dopo il 1667 e disseminata di opere d’arte. A pochi passi si trovano l’affascinante convento francescano e la più antica sinagoga seferdita del mondo, mentre verso nord si incrocia Prijeko, la zona più ricca di ristoranti del centro. Qui, balconi fioriti e strade strette rendono unica l’atmosfera di Dubrovnik, meta obbligata per un viaggio in Croazia.

La medievale Piazza Luza, al vertice della Placa, ospita edifici dal grande valore artistico e simbolico, tra cui il Palazzo del Rettore e la Cattedrale barocca dell’Assunzione. Poco distante, altre attrattive animano il vivace centro cittadino: nel Collegio dei Gesuiti si svolge un affollato mercato, mentre gli amanti del genere non rinunceranno ad una tappa all’Acquario, vicino al quale sorge il bel Monastero dei Domenicani.

Passeggiare per Ragusa è un’esperienza unica: nonostante l’incendio del 1667 e le successive ricostruzioni, la città è straordinariamente intensa, se ne respira la storia e l’orgoglio della tradizione libertaria. Per comprendere sino in fondo queste sensazioni, vi basterà camminare lungo le mura, tra le più belle del mondo ed eretta tra il XIII e il XVI secolo.

Poiché la città stessa è una sorta di Museo, non bisogna aspettarsi esposizioni spettacolari: il Museo etnografico, quello di arte Moderna e quello Marittimo sono tutti pregevoli ma non possono gareggiare con la bellezza delle strade circostanti. Di grande interesse, invece, è il War Photos Limited, museo dedicato a intense fotografie di guerra.

DA FARE
Molte sono le attività che si possono svolgere a Dubrovnik. Il suo mare cristallino è l’ideale per gli amanti delle immersioni, che potranno persino avventurarsi sino ad un relitto romano nel fondo del mare. Le principali attrattive rientrano, però, nel Festival Estivo più famoso di Croazia: più di un mese di spettacoli, concerti, eventi e balletti in tutta la città, che offre un’unica e indimenticabile scenografia. A febbraio si svolge invece la Festa di San Biagio, caratterizzata da processioni ma anche rievocazioni e momenti ludici.

LE SPIAGGE
La costa di Dubrovnik, come detto, è ideale per le immersioni: la spiaggia di Copacabana in particolare offre corsi, servizi, noleggio di materiale agli amanti del genere. Le spiagge cittadine sono numerose: ve ne sono quasi a ridosso delle mura, ma le più frequentate sono quelle della penisola di Lapad, dove si trovano gli alberghi.

La più vivace è senza dubbio la sabbiosa e ghiaiosa Banje, mentre gli amanti del mare più selvaggio apprezzeranno le rocce di Sveti Jakov.

Per le famiglie, l’ideale è la spiaggia di Lapad. Incantevole, infine, è l’isola di Lokrum, ricca di vegetazione e perfetta per i naturisti.

DA GUSTARE
Lungo la strada di Prijeko c’è l’imbarazzo della scelta. Tra i numerosissimi ristoranti e bistrot suggeriamo Kameniće, informale e famoso per le cozze, dal quale si gode una veduta suggestiva, e il più impegnativo Nautica, specializzato in cucina di pesce e con una vista mozzafiato. Suggestivo lo Jadran, ambientato nel sagrato di un convento. Molti ristoranti si trovano anche a Lapad: piuttosto uniformi sul piano della qualità, offrono bei momenti di relax.

DI NOTTE
Locali, birrerie e pub si trovano sia a Lapad che a Jelačića e, soprattutto, a Bunićeva Poljana. Estremamente animato e affascinante è il Troubadur, spesso ravvivato da frenetico jazz suonato live. Vale anche la pena sostare in uno dei locali della Placa. Divertente e socievole è il Libertina, mentre merita una tappa il Talin, informale ritrovo di musicisti e artisti del festival estivo, quasi sempre affollato sino all’esterno. Per ballare e sentire musica battente il posto ideale è il Klub Orlando, con musica indie e una buona selezione di dj locali e non. Più commerciale è il Latino Club Fuego.

 
Siti collegati:
Amatori Tour Operator s.r.l.: Via Loggia 20/22 - 60121 Ancona - Tel +39 071 56216 - Fax +39 071 206382
info@incoming.amatori.com - PI: 02251850422 - N. REA: AN-172693 - Capitale sociale 45.000,00 euro I.V.

credits del sito web e-xtrategy

Chiudi

ideazione e progettazione grafica di:

via marche, 34 - 60030 monsano (an) italy
tel. +39.0731.60400 - fax +39.0731.60003

www.kitiri.it
info@kitiri.it

ideazione e realizzazione web site di

via s. ubaldo, 36 - 60030 monsano (an) Italy
tel. +39.0731.60225

www.e-xtrategy.net
info@e-xtrategy.net